Dolce

ALLA FINE CI SONO CASCATA….CASTAGNOLE ALLA RICOTTA






Ebbene si, sono capitolata.

Non avevo nessuna voglia di friggere.

L’avevo anche detto più volte nei commenti lasciati ad alcune amiche blogger…ma voi imperterrite da oltre una settimana avete continuato a postare fritti di carnevale di ogni sorta e tipo. 
Chiacchiere, frittelle, castagnole… alle mele, integrali, con la ricotta, con il cioccolato…insomma, mi avete tentata in ogni modo….

E ci siete riuscite, cavolo!

Ieri sono tornata a casa ed avevo tutto per fare le castagnole.

Ricetta vista dalla mia amica (mitica) Martina, ogni sua ricetta è una garanzia.

Quindi?
Fuori l’olio che si frigge!

Ma vi confesso con tutto il cuore che, poi, nel guardare la cucina schizzata d’olio, la puzza ovunque, capelli, tuta, tende…il lavello pieno di cose da lavare, tutto il fornello da sgrassare…vi ho pensate o voi amiche blogger friggitrici scatenate…se vi ho pensate!!! Mannaggia!

E allora mi sono detta: “Ma adesso ‘ste donne troveranno pace fino a Pasqua?” J

Alla puzza si aggiunge il fatto che ne ho mangiate una vagonata…come ha detto Martina, sono come le ciliegie, una tira l’altra!

Per la ricetta originale andate qui….io ho fatto alcune modifiche, lime al posto di limone ed arancia, farine di farro e riso insieme e l’aggiunta dell’uvetta.

Alla fine non so nemmeno se chiamarle castagnole…mah…sembrano quasi delle piccole frittelle tanto sono morbide, comunque da provare, sono buonissime!!!

Buon martedì grasso!!!


CASTAGNOLE ALLA RICOTTA

Ingredienti:

150 gr farina di farro biologica
70 gr farina di riso biologica
2 uova biologiche (temperatura ambiente)
7 cucchiai di zucchero di canna integrale
125 gr ricotta biologica (io di mucca!)
Zeste di un lime
Succo di ½ lime
½ bustina di lievito in polvere
½ bicchierino di rum
½ cucchiaino vaniglia bourbon biologica in polvere
1 pizzico sale rosa dell’Himalaya
1 manciata di uvetta sultanina (facoltativa)


Olio di arachidi per friggere
Zucchero a velo

Schiacciate la ricotta in una ciotola fino a ridurla in crema, aggiungete le uova, lo zucchero, il rum e mescolate bene con una frusta.

Aggiungete  anche  le due farine setacciate, il sale, le zeste ed il succo del lime ed amalgamate tutto.

Ammollate l’uvetta, strizzatela ed asciugatela per bene, aggiungetela all’impasto.

In una pentola abbastanza profonda versate abbondante olio di arachidi, le castagnole devono friggere in olio profondo.

Portate l’olio a temperatura (…se avete il termometro 180°.  Io non ce l’ho e faccio la prova stecchino, lo immergo nell’olio, se è a temperatura intorno allo stecchino si formano delle bollicine).

Riempite una sac à poche con l’impasto e tagliate la punta in modo che l’apertura abbia una dimensione di circa 2cm di diametro.

Posizionatevi con la sac à poche sopra la pentola con l’olio e fate uscire circa 2 cm di impasto per volta, tagliando con un coltello in modo da farlo cadere nell’olio.

Friggetene poche per volta (io 4-5), altrimenti abbasserete troppo la temperatura dell’olio. 

Fatele rotolatele bene nell’olio aiutandovi con la schiumarola, quando saranno belle colorate, scolatele e fatele asciugare sulla carta assorbente.

Lasciatele raffreddare e cospargetele di zucchero a velo. 

Come ha ben detto Martina, attenzione perché danno assuefazione! J





You Might Also Like

38 Comments

  • Reply
    Damiana
    12 febbraio 2013 at 7:48

    Dovevi cascarci per forza,dai per una volta almeno,ci può stare!Queste alla ricotta le conosco bene,sono morbidissime,davvero squisite e tu le hai fatte benissimo!
    Un abbraccio cara,buon Carnevale e speriamo di trovar pace fino a Pasqua,ma io son scettica :)!

  • Reply
    Chiara Setti
    12 febbraio 2013 at 7:58

    Haha…anch’io quando mi sono messa a friggere, dopo essermi appena lavata i capelli, ho recitato qualche parolina non troppo elegante…hehehe…poi però ne è proprio valsa la pena. stupende le tue castagnole!! Bravissima amica! Bacio

  • Reply
    m4ry
    12 febbraio 2013 at 8:00

    Ahahahah..io non ho ceduto..e non ho nessuna intenzione di farlo…mi limito ad apprezzare il tuo magnifico lavoro :P..dai, che fino a Pasqua la puzza di frittura andrà via ! Prrrr Baci tesoro e buona giornata !

  • Reply
    Ketty Valenti
    12 febbraio 2013 at 8:39

    Ah ah ah si son buone da dipendenza,io ho fritto una sola volta e ora per un pò siamo a posto!
    Buone e di più le tue castagnole io amo la ricotta forse ormai lo sapete,saranno meravigliosamente morbide le tue,vado e ti ricordo il mio Tea sei invitata ovviamente e con questo freddo ci vuole davvero un caldo tea.
    baci Roberta
    Z&C

  • Reply
    Ely
    12 febbraio 2013 at 8:40

    Ahahah! Sei grandiosa.. veramente, Roby! Mitica.. io non credo cederò. Quest’anno non ho mangiato nemmeno una chiacchiera ma.. sorvolo và. Mi godo l’allegria e la bontà delle tue castagnole davvero splendide! Sei un raggio di sole! Un abbraccio e felice martedì!! ;D

  • Reply
    Roberta
    12 febbraio 2013 at 8:53

    A carnevale è obbligatorio friggere!!!! Brava Roby!!!
    Un abbraccio!

  • Reply
    eli
    12 febbraio 2013 at 8:58

    Io tutti i fritti di carnevale, li ho solo rimirati nei blog e continuerò a farlo.
    Come opera titanica di carnevale mi bastano i carri da allestire e , grazie al carnevale ambrosiano, non ho ancora finito, qui le sfilate si fanno sabato!
    Ciao carissima, buona giornata!

    p.s. qui ancora un sacco di neve!

  • Reply
    Dolcemeringa Ombretta
    12 febbraio 2013 at 9:17

    ah ah io sono capitolata domenica!!! ho fatto un disastro in cucina anche io non amo friggere anche per l’odore ma con tutte le cose buone che vedevo in giro ci sono cascata!!! spero di postarle domani! anche tu pero’ hai fatto delle golosita’!!! alla fine dai ci voleva;)
    un bacione

  • Reply
    ondinaincucina
    12 febbraio 2013 at 9:24

    ah Roby, io quelle pochissime volte che friggo, aspetto una bella giornata e vado in giardino!!!!!!! pensa te se sono normale!!!! e così ho fatto la settimana scorsa, appena visto il sole ho preparato l’impasto e dopo poche ore le fritoee erano pronte! ah ah ah!!!!
    ma dai a quest’ora l’odere se ne sarà andato dalla tua cucina, vuoi mettere la soddisfazione di addentare quelle meravigliose castagnole ce hai fatto?
    bacioni

  • Reply
    Roberta
    12 febbraio 2013 at 10:02

    Ahahaha, anche io resisto, strenuamente, e considerato che stasera tornerò a casa alle sette e mezzo credo proprio di potermi considerare fuori pericolo 🙂
    Però, già che hai fatto tutto ‘sto lavoraccio, io un paio ne asseggerei volentieri!!!
    Baci Roby, buona giornata!

  • Reply
    Ale
    12 febbraio 2013 at 10:12

    meraviglia Roby…ieri sera ho fatto le ciambelline di patate e con le tue castagnole sarebbe una compagnia pazzesca…davvero belle e invitanti, complimenti!

  • Reply
    Trattoria da Martina
    12 febbraio 2013 at 10:26

    Grazie di averle provate!!!! Sono venute benissimo! L’idea di aggiungere l’uvetta era venuta anche a me, ma poi avevo poco tempo e non le ho messe…Sicuramente con devono essere buonissime! Ti metto tra le mie ricette fatet da voi!

  • Reply
    Valentina
    12 febbraio 2013 at 10:39

    Ciao Roby! 🙂 Io avevo voglia ma non ho avuto tempo! Sigh! 🙁 E, tra l’altro, volevo proprio provare le castagnole alla ricotta! 😀 Mi gusto le tue, devono essere morbidissime e ottime, complimenti! 🙂 Un bacione, buona giornata e buon carnevale! :**

  • Reply
    Claudia
    12 febbraio 2013 at 10:44

    Io non ho ceduto nonostante tutte le foto che impazzano nel web da giorni!! Anzi.. non le ho nemmeno acquistate.. niente di niente! Finisce oggi carnevale.. e non mi son nemmeno accorta che sia mai stato! Ma le tue pallotte di ricotta.. quanto buone devono essere?? quelle si che l’agguanterei ora!!! 1 sola!!! smack 🙂

  • Reply
    Elisabetta Pendola
    12 febbraio 2013 at 10:45

    adoro tutti i fritti di carnevale!!! buone le castagnole non le devo aver mai assaggiate 🙂

  • Reply
    Giovanna Bianco
    12 febbraio 2013 at 10:58

    Anche io voglio farle, anche se in ritardo. Ottime!!!!

  • Reply
    Monica Chiocca
    12 febbraio 2013 at 11:17

    Ahahaha alla fine hai visto? ce l’hai fatta e anche magnificamente a quanto vedo 🙂 veramente belle e buone roby!!Un bacione e p.s io non mi sono ancora stancata di friggere, la mia mamma si però 🙂

  • Reply
    Berry
    12 febbraio 2013 at 11:38

    Non cedo e non cederò! Tanto che ieri mia sorella N. mi ha portato i cenci fatti da mamma (che sono una delle mie specialità in cucina…li so fare benissimo) e io ho goduto di non aver impestato la mia cucina con cotanto odore! Bleah! Non ce la posso fare a friggere! Tu sei stata veramente coraggiosa Roby…ma tu sei tu… 🙂
    Un abbraccio!

  • Reply
    Roberta Morasco
    12 febbraio 2013 at 13:12

    Brave voi che siete riuscite a resistere..io l’odore lo sento anche oggi (ed è già passato un giorno..) nonostante io abbia lasciato aperto a lungo…:-(..mi sa chi organizzo pure io con un fornello all’esterno..lo detesto l’odore del fritto in casa!!!
    Però, cara Martina, grazie per questa ricetta perché ottima, tra l’latro ho dimenticato di dire nel post che non hanno assorbito olio, il livello nella pentola è rimasto quello e le castagnole asciutte e digeribili…se non lo fossero state stanotte non avrei potuto dormire con tutte quelle che ho mangiato…
    Baci! Roby
    n.b. qui i carri e festeggiamenti sono stati rinviati causa neve…

  • Reply
    Claudia
    12 febbraio 2013 at 14:10

    buoneee! io ho ceduto domenica e le ho finite tutte in giornata, come ne mangerei uan ora!!! anche le tue promettono molto, con il farro e le uvette, sembrano buonissime!!! ma dai, davvero tutto quel campo di battaglia! però ne vale la pena 😉

  • Reply
    Valentina
    12 febbraio 2013 at 14:48

    wow particolarissime con queste farine, mi fanno impazzire!!!

  • Reply
    Patty Patty
    12 febbraio 2013 at 15:25

    Roby da noi si dice “Dalle e dalle se spezz pur o metall” e ala fine anche tu dovevi crollare davanti una castagnolata!!! La puzza si, ma non ho sporcato chissà quanto la cucina… tieni conto che ieri per la festa ho fatto pure delle frittelline dolci di patate… ho fatto 30 faccio anche 31… E’ finita!!!! Quaresima, presto vieni!!! Che bello che anche voi avete la neve… Un bascio amica mia!!

  • Reply
    Elle
    12 febbraio 2013 at 15:34

    E per fortuna ti é venuta voglia di friggere… hai visto che meraviglie hai preparato??? Un bacio

  • Reply
    Patrizia
    12 febbraio 2013 at 15:44

    E già…prima o poi il fritto selvagggio ci cattura tutte!!! Anche se in realtà io non odio poi così tanto friggere e quindi spesso mi armo di pazienza (soprattutto per ripulire!!) e friggo alla grande!! Le tue castagnole sono deliziose e sicuramente da provare anche finito carneavale!! Un baciotto mia cara!

  • Reply
    Valentina Marangoni
    12 febbraio 2013 at 17:09

    🙂 Roby, mentre ti leggevo, sorridevo. Io non friggo mai proprio per i “problemini” che hai elencato: sporco, unto, puzza, ecc…
    Tu sei stata 2 volte brava: 1 per la perfetta riuscita delle castagnole e 2 perché nonostante anche a te non piaccia friggere, le hai preparate 😉

  • Reply
    Cinzia
    12 febbraio 2013 at 18:37

    Ma dai Roberta che hai fatto bene!! Hanno un aria golosissima!! Da provare :-)! Certo quello che resta in cucina dopo è un pò meno bello, ma quando le mangi passa tutto il dispiacere per la disfata di Caporetto in cucina 🙂 e per l’odore poi.. sempre difficile da eliminare 🙂 un abbraccio

  • Reply
    lalexa
    12 febbraio 2013 at 18:48

    massì Roby!hai ceduto anche tu!ma va bene così..lo sai che io ti adoro anche se sai da fritto..anzi..ti adoro ancora di più;) e ste pseudo castagnole sono notevoli,le tue varianti sono splendide.sei brava cara mia!bacione grande

  • Reply
    Ely Valsecchi
    12 febbraio 2013 at 19:06

    Roberta è anche il mio problema, a parte la puzza di fritto che rimane addosso una settimana ma è che poi ste delizie le magno tutte mi!!!!!! Che bontà golosa!!!! Baci

  • Reply
    Roberta Morasco
    12 febbraio 2013 at 20:54

    Grazie amiche!!! ;-)))
    ..tutte pronte per Sanremo????
    Io vado che inizia….:-DDD

  • Reply
    Federica Simoni
    12 febbraio 2013 at 21:06

    wowwwwwwwww grande Roberta sono spettacolari!!!!!baciiiiiiiiii

  • Reply
    Elisa Bonanni
    12 febbraio 2013 at 22:52

    Dai Roby che ne è valsa la pena :-)!! hanno un aspetto meraviglioso!!
    Bacino e buonanotte!

  • Reply
    Piovonopolpette
    12 febbraio 2013 at 22:55

    Nooo Roberta, hai ceduto anche tu! Sei stata così forte fino adesso! Ma però guarda che bel risultato! Sono bellissime…e buonissime. Le avevo già viste da Martina, ma mi sono imposta di guardare avanti e di non salvare la ricetta. Avrei mandato a monte 300 giorni di dieta in un attimo! Buona serata 🙂

  • Reply
    Luna - Pizza Fichi e Zighini
    13 febbraio 2013 at 7:03

    A me sembrano semplicemente perfette, con la ricotta poi mi piacciono ancora di più! Certe prelibatezze valgono bene tutte le pulizie successive del caso e la puzza di fritto stagnante da qui a pasqua!
    Brava ad aver ceduto! bacioni, buona giornata

  • Reply
    monica
    13 febbraio 2013 at 8:52

    bravissima, hai fatto bene a capitolare sono perfette, anche io le faccio con la ricotta, ricetta di un maestro pasticcere! Le tue sono perfette e invitanti anche stamattina credimi! un bacio***mony

  • Reply
    chiara stinghi
    13 febbraio 2013 at 9:58

    fritti ma buoni! ho già voglia di leccarmi le dita….

  • Reply
    La deliziosa signorina Effe
    13 febbraio 2013 at 10:19

    buonissime con la ricotta, e anche bellissime le tue!! brava!!
    Buona giornata, fabiola

  • Reply
    Idee nel gusto
    13 febbraio 2013 at 22:45

    Che dolcetti favolosi ..questi sono i dolci uno tira l’altro..irresistibili sono venuti benissismo !Ciao e buon san Valentino Lia

  • Reply
    Any
    13 febbraio 2013 at 23:24

    Te lo dico…o non te lo dico?? Io ce l’ho fatta Roby!!! Non ho fritto niente per questo carnevale e devo dire che sono molto orgogliosa hihihi!
    Dai, il danno non è stato grande, in fondo hai fritto solo una volta!
    Un abbraccio!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Tartellette con confettura di latte e miele