Travel

Magica Karpathos

 

Non era la nostra prima vacanza in Grecia.

Prima ci sono state Atene, Paros, Santorini, Naxos, più di una volta Mykonos.

Ma Karpathos. Karpathos ci è entrata nel cuore.

Non starò a farvi descrizioni geografiche e turistiche con cartine e quant’altro, quelle le potete tranquillamente trovare googlando.

Vi farò fare un viaggio virtuale in quest’isola ricca di natura incontaminata, paesini arroccati tra le montagne, rocce a picco sul mare, baie dai colori che tolgono il fiato, profumo di pino, mirto ed erbe aromatiche lungo la strada, tradizioni forti e radicate, bellezze storiche e naturali, cibo semplice e genuino, gente locale gentile, ospitale e sincera.

Una parola per descrivere Karpathos? AUTENTICA.

Siete pronti a fare questo viaggio con me?

 

 
 
 
 

Ok, mettetevi comodi!
Isola da girare in lungo e in largo, vacanza lunga, e le foto sono parecchie!
Si parte.

 

 

AMMOPI

La nostra base è stata Ammopi, sulla costa sud orientale dell’isola.

La baia di Ammopi, per noi, si  è rivelata un’ottima scelta.
Nei giorni in cui non avevamo voglia di muoverci con la macchina, avevamo ampia scelta di bellissime spiagge, raggiungibili a piedi dall’hotel.

Baie più o meno grandi e per ogni esigenza, di sabbia, ciottoli, roccia.
Megali (grande) Ammopi, Mikri (piccola) Ammopi, Votsalakia (di ciottoli in greco), Kastelia … il mare sempre limpido e cristallino, con pesci che nuotano a pochi centimetri dalla riva, orate, saraghi, altri pesciolini coloratissimi, stelle marine.



 



 

Altro vantaggio del soggiornare ad Ammopi: alcune delle migliori taverne e ristoranti si trovano proprio qui.
Uno di questi, il mio preferito, è Taverna NINA.

Non dimenticheremo la piacevole atmosfera, la vista sul mare, la gentilezza e la simpatia del proprietario, Tollis, che per prendere le ordinazioni si siede al tavolo con gli ospiti.
Tipica cucina greca, pesce fresco, tutto cucinato molto bene.
Abbiamo fatto visita più volte a Tollis durante la vacanza, per noi è una garanzia!

 

D’obbligo il noleggio di un mezzo per spostarsi.

Troppe sono le cose da vedere a Karpathos.

Attraversando l’isola, per raggiungere la costa ovest, si passa per Menetes, piccolo villaggio medievale di montagna, con viuzze strette e fiorite.

Da qui si può godere di un bellissimo panorama, e a Menetes c’è una taverna dove vale la pena fermarsi, Taverna Perdika.

 
 

 

Percorrendo la costa ovest potrete godere di un bellissimo panorama.
Qui si trovano alcune località molto belle, la spiaggia di Agios Theodoros, Arkasa, Finiki, piccolo e suggestivo villaggio di pescatori dove si mangia del pesce freschissimo.
Poco più su si trova Lefkos.


 

 LEFKOS

 Lefkos è un piccolo villaggio di pescatori dove si respira un atmosfera leggermente smandruppata (l’avevo letto nel racconto di un viaggiatore prima di partire, e secondo me rende bene l’idea…) e un clima genuinamente greco.

Le spiagge sono più di una, noi ci siamo fermati su quella centrale, a cui si accede direttamente dal piccolo centro abitato, di sabbia finissima.
Mare azzurrissimo, basso e calmo, tutt’intorno taverne e barche di pescatori.

 




Secondo me, a Lefkos, assolutamente da non perdere, un pranzo alla Taverna Ammos.

Luogo suggestivo, dove sarete accolti da Kostantina (Dina), dal marito e dal figlio Alex, il menu…nel senso che il menu è lui, vi spiegherà tutti i piatti che propongono quel giorno.

Pesce freschissimo, verdure locali, cucina tipica greca, tutto cucinato benissimo.






KARPATHOS o PIGADIA

Il capoluogo dell’isola è Karpathos, chiamato Pigadia dai locali.

Un piccolo paese di porto che in breve tempo si è sviluppato in un animato centro turistico.

E’ molto piacevole passeggiare sul lungomare, cenare in una delle numerose taverne, o godersi il tramonto seduti a sorseggiare qualcosa in uno dei tanti locali.

Si mangia bene un po’ ovunque, ma una taverna da segnalare è senz’altro la Taverna Mesogios per la cucina tipica greca e Uno Pizzeria Ristorante se avete voglia di una pizza o di un buon club sandwich.
Una sosta è d’obbligo all’ANOI Cafè-Bar, potrete bere un caffè (espresso ovviamente!), ottimi cocktail, ed ascoltare buona musica, godendovi la vista sul porto.


I colori che cambiano al tramonto

 

 

Una visita assolutamente da fare è Olympos, un pittoresco paesino arroccato sulla montagna, a nord dell’isola.
Per anni il monte Kali Limni, 1212 m. di altezza, ha rappresentato un confine invalicabile tra il nord e sud dell’isola.

I collegamenti con Olympos e Diafani erano possibili soltanto via mare. Oggi è possibile raggiungerle tranquillamente in macchina.

Noi abbiamo preferito la via antica, il mare.


 DIAFANI



Da qui la partenza verso Olympos.

 
 

OLYMPOS

 

Olympos vi accoglierà con le sue strette viuzze.  Un paesino che sembra uscito da una fiaba, con le sue case e terrazze colorate.




Dove incontrerete donne intente a cucinare, sgranare i legumi, ricamare.
Un popolo che ha mantenuto vive le sue tradizioni, e ancora veste con abiti tradizionali.

Persone molto ospitali e sorridenti.




 

Uomini che suonano strumenti tipici, come la lira e il lauto.
Qui (sotto) siamo entrati per bere un caffè (espresso, tra l’altro buono!), il proprietario vedendoci incuriositi dagli strumenti appesi,

con la lira ci ha suonato una bellissima musica locale.
Fantastico!





Cose da comperare?
Erbe aromatiche, miele ed olio d’oliva locale, olive, calzature fatte a mano, fazzoletti ricamati, ceramiche

(queste ultime, in realtà, greche ma non di Olympos).


 Qui si dice che, accendendo tre ceri in tre chiese diverse, ci si assicura il ritorno a Karpathos.

Noi, ovviamente, lo abbiamo fatto!

 

Olympos è un tuffo nel blu.



I mulini a vento.



alcuni vecchissimi e con un fascino speciale.



Una tappa alla Taverna Milos.

L’interno e gli ingranaggi del vecchio mulino, da bravo tecnico, questa foto l’ha fatta mio marito.



Il panorama che toglie il fiato.





I makarunes ad essiccare.
Tipica pasta locale fatta a mano, che viene normalmente presentata con cipolla caramellata e formaggio di pecora.



Le frittelle più buone del mondo!

Servite con miele e semi di sesamo.


Insomma, una visita ad Olympos è un meraviglioso viaggio nel tempo, che non si può assolutamente perdere.

Trecento persone, che vivono ancora con la giusta lentezza, le loro tradizioni e i loro costumi. Circondati da una natura meravigliosa.

 



Parlando ancora di spiagge, tante sono le baie, bellissime, da vedere.

Ecco alcune delle mie preferite.


APELLA

Sulla costa est dell’isola. Bellissima.

Eletta nel 2004 la spiaggia più bella del Mediterraneo.
Raggiungerla è un po’ avventuroso, almeno per me che soffro di vertigini. Pini mirti e olivi che digradano a picco sul mare.
Ci si arriva su una strada asfaltata, ma non così larga, e senza guard rail né altro tipo di protezione…io, che a destra del marito-guidatore, sbirciavo il burrone sotto, non vedevo l’ora di arrivare!

Comunque ne vale la pena, lo posso garantire!

 
 
 








Di ciottoli e sabbia, il mare è cristallino, una vera piscina naturale.
Apella è circondata da una vegetazione marittima meravigliosa.
Pini profumati ed oleandri, che possono offrire riparo dal sole, nel caso si rimanga senza ombrellone.







U
n negozio di bracciali e collane allestito sotto ad una pianta di cappero.
Allestito da Fabio, originario di Verona, che manca dall’Italia da oltre 10 anni. Fabio, mi sa che c’hai ragione tu…



P
ranzo nell’unica taverna disponibile, a cui si accede con una bella scarpinata in salita.
La vista però è spettacolare, ed il cibo ottimo!


 

 KYRA PANAGIA

 

Kyra Panagia si trova sulla costa est, a metà strada tra Apella e Achata.

Una spiaggia davvero spettacolare, larga, con ciottoli e sabbia. Dall’alto della chiesetta con la cupola rossa, potrete ammirarla in tutto il suo splendore.

Qui gli ombrelloni sono molto pochi, quindi per potersene accaparrare uno, bisogna arrivare la mattina presto! 


Sembra che anche suonare questa campana assicuri il ritorno a Karpathos. Ovviamente, abbiamo fatto anche questo!

 
 
 

DIAKOFTIS BEACH

 

Questa meraviglia di spiaggia si trova a sud dell’isola. Ci si arriva percorrendo uno sterrato di alcuni km che costeggia l’aeroporto.

Non è necessario un 4X4 come qualcuno ci aveva consigliato. Con un po’ di pazienza ci si arriva con ogni mezzo, anche con un motorino…si mangia forse un po’ di polvere, ma guardate le foto che seguono, e ditemi voi se ne vale la pena!

 

 

Profumo di timo in fiore ed altre aromatiche lungo la strada.

 
 Un  po’ di compagnia lungo il tragitto.

 

E finalmente, eccola! La più caraibica delle spiagge di Karpathos.

Anche qui pochissimi ombrelloni (io ne ho contati 16…), necessario quindi arrivare presto la mattina, altrimenti ci si rosola!

La sabbia è finissima, con una fascia, a riva, che tende al rosa, il mare è di una trasparenza incredibile e vicino agli scogli si possono ammirare tantissimi pesci dai colori tropicali.

 

Azzurro, azzurro, azzurro, azzurro, azzurro, azzurro, azzurro, azzurro, azzurro.

 

Una fatica grande per fare questa foto…

 

 

L’unica taverna è un furgone in realtà, ma attrezzato di tutto punto.

 
 
 

 



Volete che vi dica una cosa?
Qui ho mangiato un chicken gyros buonissimo (molto abbondante, si mangia in due) e l’espresso (a cui io fatico a rinunciare…) che non mi aspettavo fosse così buono!






Una presenza pressoché costante. Il vento.
Questo è il regno del meltemi. Vento che soffia quasi regolarmente durante l’estate, in particolar modo a luglio ed agosto. Lo confesso, io me ne sono innamorata.

EFHARISTO AMMOPI BAY HOTEL!

Grazie a tutti.

A chi si occupa del giardino, delle pulizie, a chi lavora in cucina, in sala ed in piscina.

A chi ogni giorno ci ha offerto un sorriso ed un Kalimera dalla reception.

 
 
 
 

Grazie ad Intelekta ed a Nataṡha, che ci ha assistiti in loco (speriamo di rivederci presto!).

E grazie a GoOpti, trasferimento puntuale e personale gentilissimo.

 

“Una volta a Karpathos, per sempre a Karpathos”

 Di sicuro, a presto Karpathos!

 

 

Qualche info sull’organizzazione del viaggio:

Operatore Turistico: Intelekta

Trasferimenti da e per Ljubljana Airport: GoOpti

 

 
 
 

You Might Also Like

25 Comments

  • Reply
    Mirtillo E Lampone
    10 luglio 2014 at 4:36

    In questa notte dal mare rumoreggiante mi sono svegliata e ho letto il tuo post tutto d’un fiato…che spettacolo quest’isola e anche te! Bellissime le spiagge, davvero non conoscevo l’esistenza di questa isola…ma ora me ne sono innamorata, soprattutto grazie ai tuoi racconti! Un bacione Roby, quanto vorrei anche solo 5 cm delle tue gambe!

  • Reply
    m4ry
    10 luglio 2014 at 6:42

    La prima cosa che ho pensato non appena ho finito di scorrere le tue foto ?? Wow ! Luogo selvaggio e pieno di quei colori che solo la Grecia ti può regalare…bentornata amica, e grazie per avermi fatto viaggiare stamattina <3

  • Reply
    grEAT
    10 luglio 2014 at 7:38

    foto incantevoli, notevoli le quadrature. brava, bravissima!!!
    magari te ne rubo qualcuna!!! 🙂
    grazie per la condivisione

    irene

  • Reply
    paneamoreceliachia
    10 luglio 2014 at 8:10

    M E R A V I G L I A ! ! !
    L’isola, la vacanza e tu! Tornata da una settimana anch’io dalla Grecia, era la mia prima volta ed è stato bellissimo. Magari prossimo anno Karpathos!
    Baci tesoro.
    Bentornata.
    Alice

  • Reply
    Stefania Zecca
    10 luglio 2014 at 8:23

    Roby quante foto bellissime! Il prossimo post perché non lo dedichi alle ricette da te rifatte che hai assaporato in questo posto incantevole? Mi piace moltissimo la pasta fresca con cipolla caramellata e formaggio.
    Un bacio 🙂

  • Reply
    eli
    10 luglio 2014 at 8:58

    Una sola parola…
    Fantastico!
    Hai fatto delle foto superlative, e quanto a te, amica mia, ti trovo in splendida forma!
    Eh si…quanto ci fanno bene le vacanze!!

  • Reply
    Monica Giustina
    10 luglio 2014 at 9:06

    Che foto meravigliose, che colori e che posti…davvero da sogno!
    E’ da qualche tempo che vorrei tornare in Grecia, dopo una vacanza che non mi ha soddisfatto del tutto a Creta, in modo da dargli un’altra possibilità!
    Ora attendiamo qualche ricetta ispirata a tutte quelle delizie che ci hai mostrato 😉

  • Reply
    Il Laboratorio delle Torte
    10 luglio 2014 at 10:12

    Innanzitutto : BENTORNATA!!!
    Ci sei mancata!!!! Bellissimo reportage Roberta!!! Mi fai venire voglia di regalare una vacanza ai miei proprio qui…. Mio padre ama la Grecia e qui non c’è mai stato!!!Hai descritto questi luoghi benissimo e da quel punto di vista che trovo irresistibile nel leggere un diario di viaggio.. il punto di vista del cuore!!

  • Reply
    Luna Pizzafichiezighini
    10 luglio 2014 at 12:57

    Che posti meravigliosi e quante cose buonissime da mangiare!! Anche a me hai fatto venire voglia di vedere questa parte di Grecia e vdi assaggiare quei piatti.
    Foto splendide, che acqua di cristallo, mamma mia!!
    Brava Roby, un bacione.
    E bentornata

  • Reply
    Alice - Operazione fritto misto
    10 luglio 2014 at 14:17

    Mai stata in Grecia, ed è un errore per una che NON ama il mare come me: sarebbe meno una purga andarci!
    Ho però una conoscenza che, se decidessi di andarci, potrebbe aiutarmi: chissà che non sia proprio di queste zone!
    In ogni caso terrò a mente il tuo post, soprattutto per Olympos!

    Alice

  • Reply
    Claudia
    10 luglio 2014 at 16:34

    Adoro la Grecia e le sue isole.. questa mi manca! La proporrò a Ric per il prossimo anno.. è davvero meravigliosa!! Grazie per le foto e il tour così dettagliato!!!! Ah.. bentornata!!!!!:-) smack

  • Reply
    Chiara Setti
    10 luglio 2014 at 17:19

    Roby mamma mia lo sai che mi è piaciuta di più a vederla attraverso i tuoi e le tue foto che non a viverla di persona? io ci sono stata 3 anni fa ma come ti dicevo non mi ha fatto impazzire…forse il troppo vento che mi ha causato un’otite dolorosissima o il fatto che dei giorni non si riusciva neanche a stare in spiaggia da quanto tirava forte il vento…
    poi eravamo in due e ci siamo un po’ annoiaiti perchè la sera non c’era nulla da fare….
    però a rivedere le tue foto mi è venuta voglia di tornare in grecia, magari a scoprire qualche altra isola visto che sono stata solo lì…

    ps. MA CHE SUPERFISICO DA MODELLA!!!!!

    <3 <3

  • Reply
    marina riccitelli
    10 luglio 2014 at 18:13

    Accidenti posti così ti restano negli occhi per sempre! Quanto azzurro, a perdita d’occhio! Peccato tornare! Un abbraccio e grazie per questo splendido post!

  • Reply
    ~ Inco
    10 luglio 2014 at 21:41

    grazie per la bella carrellata di foto..Un posto stupendo.
    Buona continuazione.

  • Reply
    Chiarapassion
    11 luglio 2014 at 13:46

    Roby che bello viaggiare attraverso i tuoi occhi: bellissimi posti, buona cucina, scenari da sogno, mare trasparente e poi tu:bella, solare e super chic, hai un’eleganza innata e si vede! Io vorrei una di quelle panchine blu a casa mia <3
    Ti abbraccio forte e grazie per le bellissime foto

  • Reply
    Valentina
    11 luglio 2014 at 18:40

    Roby, ho fatto il pieno di bellezza con questo post… grazie! Meraviglioso, non sai che darei per partire domani, mi manca la Grecia e mi hai messo una voglia matta di conoscere Karpathos! Ricordo bene il meltemi a Santorini, non mi ha dato pace ma quando sei in posti paradisiaci poco importa del vento! Ti abbraccio amica, bentornata <3

  • Reply
    Roberta Morasco
    12 luglio 2014 at 13:58

    GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE <3
    @Berry: tu sei bellissima così come sei!!
    @Alice: te la consiglio, è bellissima!!
    @Stefania: sai che ci pensavo? vediamo se ci riesco!! 😉
    @Chiara: ma sai che io il vento lo adoravo??? quando è mancato per un paio di giorni mi mancava!! Ma come non c’era nulla da fare??? Noi non siamo riusciti a vederle tutte le spiagge in 15 gg, poi la sera certo non ci sono discoteche, ma taverne e cafè con musica si!!! Mi sa che ci devi tornare!!! 😉

    mando un bacione a tutte..grazie per il vostro ‘bentornata’ <3
    ..mi siete mancati/e anche voi!

  • Reply
    edvige
    13 luglio 2014 at 17:36

    Mamma mia che bello me le rivedo con calma. ciaooo

  • Reply
    Elisa Di Rienzo
    14 luglio 2014 at 9:37

    oh che bel viaggetto mi sono fatta questa mattina!!!!
    bellissimo Roberta!!
    Manco dalla Grecia da moltissimi anni, troppi.
    adoro l’azzurro, del mare, del cielo.. e delle sedie!!!
    ciao

  • Reply
    Morena
    14 luglio 2014 at 12:51

    Che bel reportage Roberta, sei stata esaustiva e invogliante!!!
    Io sono andata praticamente ovunque ma in Grecia non ci sono mai stata… cavolo mi sa che devo rimediare al più presto!!!!!
    Questo post me lo salvo tra i preferiti, mi tornerà utile!!!
    Un bacio

  • Reply
    Günther
    14 luglio 2014 at 14:02

    grande reportage gran belle immagini

  • Reply
    www.mipiacemifabene.com
    15 luglio 2014 at 23:06

    Che meraviglia Roberta! Ho respirato aria di vacanza leggendo questo post, grazie 🙂 E che dire dei tuoi occhi… Magnetici! Sono rimasta incantata per un tot… Complimenti! Ciao carissima, un bacione e a presto
    F*

  • Reply
    Federica Musilli
    23 luglio 2014 at 5:11

    Le foto lasciano innamorare!!!
    Un racconto di viaggio emozionante. Preziosi appunti da tenere da parte x una prossima vacanza in Grecia.

    Roby sei sempre più bella!!!!!

  • Reply
    Alessandra
    4 agosto 2017 at 22:09

    Ciao Roberta mi chiamo Alessandra e devo ringraziarti per il post su Karpathos è stato ed è molto utile! ☺☺ Sono qui in vacanza mentre ti scrivo ….per la precisione seduta al tavolo alla taverna Milos (Olimpo) le tue indicazioni sono davvero utili. L isola è autentica come l hai descritta. Ho ancora qualche giorno per girarla tutta e sicuramente avrò belle sorprese. Grazie!! Alessandra

    • Reply
      Roberta Morasco
      5 agosto 2017 at 11:05

      Alessandra che bello! Non puoi immaginare che piacere mi faccia ricevere questi risconti. Sono davvero contenta che i miei racconti possano essere utili per scoprire posti belli.
      Noi a Karathos ci abbiamo lasciato un pezzetto di cuore e speriamo di riuscire a tornarci davvero presto! Grazie per il tuo messaggio, davvero e buona vacanza!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais