Monthly Archives:

novembre 2014

Eventi/ Salato/ Secondi di pesce

FILETTO DI SCORFANO GRATINATO agli ANACARDI…per #VENTURATOPBLOGGER2014


“ La qualità non è mai casuale;
è sempre il risultato di uno sforzo intelligente” 
John Ruskin
Sono di corsa questa settimana.
Trolley in fase cosacavolocimettodentro  e tante cose da fare prima della partenza.
Si, perché sono in partenza giovedì mattina…
Il 27 e 28 Novembre sarò ospite di Ventura presso il Casta Diva Resort & Spa, prestigioso hotel sul Lago di Como.
Non sarò sola ovviamente, con me ci saranno altre blogger.
La location è davvero da sogno e, nel pomeriggio di giovedì, ci attende una lezione con il Maestro Luca Montersino.
Che dire? Posso essere un filino emozionata secondo voi?
Io al mio ritorno vi racconto tutto…
Voi intanto potete seguire la nostra avventura sui social seguendo l’hastag #VenturaTopBlogger2014!  ^_^.
Qualità.
La qualità non è casuale.
E’ frutto di competenza, di impegno.
Ventura da oltre 70 anni sceglie la frutta là dove le migliori condizioni ambientali e climatiche incontrano la più qualificata competenza agroalimentare, frutto di tradizioni millenarie e delle tecniche di coltivazione più avanzate e rispettose della natura.
L’Azienda dedica estrema attenzione a tutto il processo produttivo, garantendo prodotti con la massima integrità e freschezza. 
Quindi eccomi ancora con una ricetta dove protagonista è la frutta secca Ventura, altre ricette con i loro prodotti potete trovarle qui e qui.
Per me frutta secca non sono solo ricette dolci.
Amo utilizzarla anche (e tanto!) nelle preparazioni salate.
A dire il vero la frutta secca è quasi sempre presente nella mia cucina (se qui potesse scrivere mio marito direbbe che ho ‘sacchettini dappertutto’…)
Questa ricetta è veloce, semplice, sana e fa anche la sua bella figura nel piatto.
Che fate la provate? 
 
Io vi racconto tutto appena torno!
Buona settimana gente!

FILETTO DI SCORFANO GRATINATO agli ANACARDI
Ingredienti (per 4 persone)
4 filetti di scorfano
2 patate grandi
70 g di anacardi Ventura
1 spicchio d’aglio
prezzemolo fresco qb
olio EVO qb
sale qb
pepe bianco qb
Lavate, sbucciate ed affettate le patate molto sottili.
Disponete le fettine su una teglia coperta di carta forno, sovrapponendole leggermente in modo da formare una base per ciascun filetto di pesce.
Infornate a 190° per ca 6-7 minuti, quindi estraete dal forno.
 
Utilizzando il cutter (o tritatutto), preparate un trito grossolano con gli anacardi, il prezzemolo, l’aglio e poco olio EVO.
Disponete sopra al ogni base di patate un filetto di scorfano e coprite ciascun filetto con il trito di anacardi e prezzemolo.
Salate, pepate, condite con un filo d’olio EVO ed infornate a 190° per circa 20 minuti.
Dolce/ Dolci da credenza e crostate

APPLE AND PECAN BUNDT CAKE con MELE SPEZIATE CARAMELLATE … CALIFORNIA BAKERY ON MY MIND


 

Sono stata a Milano questa settimana.

Milano è bella con le giornate di sole, terse.

Se poi ti ritrovi con delle amiche è speciale.

E se pranzi da California Bakery in Corso Como è meravigliosa.

Ero lì, con lo sguardo sognante, ad ammirare il bancone mentre sorseggiavo il mio caffè con le brioscine integrali (deliziose), ad ammirare le bundt cake esposte come tanti dolcissimi soldatini sul bancone.

E mi è venuta voglia di tirare fuori lo stampo (bello come un soprammobile!) Nordic Ware e metterlo al lavoro.

Io ho un debole per le torte con le mele.

Ed ho un debole anche per la frutta secca.

E queste noci…

Sono difficili da trovare le noci pecan.

Quindi appena le ho viste al super…subito mie!

L’albero delle noci pecan è originario della zona al confine tra Centro America e Stati Uniti D’America, la cosa curiosa è che il termine ‘pecan’, nella lingua degli indiani d’America, significa letteralmente ‘nocciola che richiede una pietra per essere rotta’.

Le noci pecan sono ricche di acidi grassi monoinsaturi come l’acido oleico, che è un’ottima fonte di antiossidanti, e la loro regolare assunzione aiuta ad abbassare il livello del colesterolo cattivo nel sangue aumentando invece quello buono, oltre che contrastare l’insorgenza dei tumori, in particolar modo il cancro al seno.

Insomma ora che le ho trovate ho fatto scorta e le ho messe subito dentro ad una torta!

 

Sabato 22 Novembre a Desenzano,

parteciperò come blogger ma soprattutto come mamma,

ad una iniziativa molto bella di Cameo.

 In occasione del compleanno della Mucca MUU MUU,

per ogni foto di auguri postata sui vari social

Facebook, Twitter o Instagram,

con l’hashtag #auguriMuuMuuXAIL,

Cameo devolverà 1 euro alla AIL

(Associazione Italiana contro Leucemie-linfomi e mieloma),

una donazione speciale in favore dei piccoli pazienti che l’Associazione aiuta.

In particolare finanzierà le Case Alloggio AIL che ospitano

gratuitamente i bambini e i loro familiari durante la malattia

per continuare le cure in un ambiente ospitale e caldo, vicino al

centro ematologico di riferimento.

Avete tempo fino al 31 Gennaio 2015,

forza cosa aspettate?

Info e regolamento qui

 #auguriMuuMuuXAIL

 

APPLE and PECAN BUNDT CAKE con MELE SPEZIATE CARAMELLATE

Ingredienti

Per la torta

220 g burro biologico (morbido)

280 g zucchero di canna (più poco per le mele)

4 uova biologiche

1 presa sale integrale

230 g farina macinata a pietra tipo 1

100 g farina di riso biologica

½ bustina di cremor tartato

1 cucchiaino bicarbonato di sodio

120 gr yogurt biologico (io alla vaniglia)

cannella in polvere qb

1 pezzetto di zenzero fresco

2 mele

80 g noci pecan

Per le mele speziate caramellate

50 g burro biologico

100 g zucchero di canna

2 mele

cannella qb

zenzero fresco qb

Impasto

Accendete il forno a 180°.

Sbucciate le mele e tagliatele a piccoli dadini, passatele in padella con pochissima acqua ed un cucchiaio di zucchero.

Devono rimanere croccanti. Fate raffreddare e tenete da parte.

In planetaria, con la foglia, lavorate il burro morbido con lo zucchero, unite le uova, una alla volta.

Aggiungete poi il sale, lo yogurt, la radice di zenzero grattugiata e la cannella.

Per ultime unite le farine setacciate insieme al cremor tartaro ed al bicarbonato.

Aggiungete anche, mescolando a mano con una spatola, le mele a dadini e parte delle noci pecan tagliate grossolanamente (tenetene da parte il giusto numero per decorare la bundt cake).

Versate l’impasto nello stampo da ciambella imburrato ed infarinato ed infornate a 180° per circa 35 minuti.

Fate la prova stecchino per verificare la cottura, quindi estraete dal forno, sformatela su un piatto e fate raffreddare.

 Mele speziate caramellate

Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e tagliatele a fette non troppo sottili.

In una padella antiaderente fate sciogliere il burro ed unite pochissima acqua e lo zucchero.

Aggiungete anche zenzero fresco e cannella a piacere per profumare.

 

Versate le mele, e fate caramellare lentamente.

Quando saranno ancora consistenti ma colorate, toglietele dal fuoco.

Versate lo sciroppo speziato sopra la torta e disponete le fettine di mela e le noci pecan tenute da parte.

Una pallina di gelato alla vaniglia a fianco di una fetta di questa torta ha un suo perché.

Buon fine settimana gente!
Cioccolato/ Diario/ Dolce/ Torte

TORTA FORESTA NERA – SCHWARZWÄLDER KIRSCHTORTE … GOLOSITÀ TOTALE


 
 Un vero amico è chi ti prende per la mano
e ti tocca il cuore.
(Gabriel García Márquez)
Oggi una torta.
E che torta!
Non si sa molto delle sue origini storiche.
Sembra che non siano molto lontane comunque, la prima apparizione della sua ricetta risale agli anni ’30.

Schwarzwälder Kirschtorte  ovvero Torta della foresta nera, forse deve il suo nome allo sciroppo che bagna il pan di spagna al cioccolato, il kirsch per l’appunto, brandy a base di ciliegie, che può comunque essere sostituito dal rum oppure omesso del tutto.

Altra curiosa ipotesi sull’origine del nome di questa torta, si pensa che sia ispirato al costume tradizionale delle donne della Foresta Nera. 
Il loro abito infatti è nero come il cioccolato, la camicetta bianca come la panna ed il copricapo ha dei piccoli poix rossi proprio come le ciliegie.

Golosità totale, è stata approvata da tutta la famiglia.
Non fatevi scoraggiare dalle diverse preprazioni, è davvero semplice da fare!


Questa torta la dedico ad un’amica speciale.
Oggi è il suo compleanno.

tanti cari auguri amica!

…e a Monica Zacchia
grazie per questo meraviglioso 
vasetto di amarene Fabbri.

TORTA FORESTA NERA – SCHWARZWÄLDER KIRSCHTORTE
(ricetta tratta dal libro “Cioccolato” di R. Gioffré) 
Ingredienti  (dose per stampo da 20-22 cm)

Base torta
4 uova biologiche
120 g zucchero
80 g farina macinata a pietra tipo 1
10 g fecola di patate
40 g mandorle tritate
4 cucchiai cacao amaro
30 g burro sciolto
½ bustina polvere lievitante naturale (cremor tartaro) 
Farcia 
500 g panna fresca
50 g zucchero a velo
Sciroppo 
60 g zucchero
120 ml acqua
3 cucchiai sciroppo amarene Fabbri
3 cucchiai liquore kirsch 
Riccioli di cioccolato
100 g cioccolato fondente
20 g panna fresca
Riccioli di cioccolato
Preparate una ganache, scaldate la panna in un pentolino, quando sarà prossima al bollore unite in cioccolato tritato e fatelo sciogliere fuori dal fuoco, mescolate bene e stendetela in una piccola teglia. 
Fatela raffreddare completamente quindi fate riposare in frigorifero per ca mezz’ora.
Prendete una bocchetta da pasticcere (o un cucchiaio), tenendolo verticale ma leggermente inclinato fatelo strisciare sulla superficie del cioccolato premendo leggermente. Si formeranno dei piccoli riccioli di ganache.
Base torta
Accendete il forno a 180°.
In planetaria (o in un contenitore capiente con le fruste elettriche), sbattete i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare spumosi, poi aggiungete poco per volta la farina, precedentemente setacciata insieme al cacao ed al cremor tartaro, e le mandorle tritate, mescolate bene.
Unite anche il burro sciolto, mescolate. 
A mano, con una spatola e movimenti dall’altro verso il basso per non smontarli, unite anche gli albumi montati a neve fermissima.
Versate l’impasto in uno stampo (D 22 cm) imburrato ed infarinato, ed infornate a 180° per circa 40 minuti.
Verificate la cottura con la prova stecchino, quindi estraete dal forno e fate raffreddare, quindi tagliatela in orizzontale ricavando 3 dischi.

 
Sciroppo
In un pentolino fate bollire l’acqua con lo zucchero per ca 5 minuti, togliete dal fuoco e unite il liquore ed il succo delle amarene.
Farcia
Montate la panna con lo zucchero a neve ferma.

Assemblaggio del dolce
Sistemate il primo disco su un piatto o una griglia, bagnatelo con 1/3 dello sciroppo, spalmate sopra la chantilly e una parte delle amarene.
Coprite con il secondo disco di torta e ripetete le operazioni sopra descritte.
Coprite con l’ultimo disco, imbevuto con il restante sciroppo.
Spalmate tutta la torta con la panna, rivestendola completamente.
Coprite i bordi con i riccioli di cioccolato e decorate il centro del dolce con le amarene rimaste e, a piacere, con dei ciuffetti di chantilly.
Fate riposare in frigorifero almeno un’ora prima di consumarla.

 

Cliccate qui vi si aprirà il mondo delle FLUFFOSE
la bellissima raccolta delle torte sofficissime
ormai simbolo del gruppo di blogger Le Bloggalline.
 
Enjoy!
 
Biscotti e Frolle/ Dolce/ Eventi

BISCOTTINI d’ORZO alla VANIGLIA e CRANBERRY … PER #VENTURA #TOPBLOGGER2014


 “Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.”
Eleanor  Roosevelt
Sono giorni molto pieni.
Frenetici.
Agitati.
Ma anche molto felici.
Strano a volte come le cose capitano tutte insieme…
Così, improvvise … davvero quando meno te lo aspetti.
E allora non resta che rimboccarsi le maniche e andare.
Fare, scrivere, progettare, pianificare…
La testa scoppia, l’agitazione toglie il sonno, ti tocca prendere due pasticchette di valeriana per riuscire a dormire senza svegliarti di soprassalto sul letto come ‘na cavalletta…
Ma ne vale la pena, questo è quello che conta.
E soprattutto vale sempre la pena sognare.
Ancora una ricetta con i prodotti Ventura di cui vi ho parlato anche qui.
Che ci volete fare io AMO la frutta secca, quindi ci ho dato dentro di brutto con questi prodotti!
Una ricetta facilefacile.
La potete trovare nel libro “Golosi di salute” di Luca Montersino nella versione  cioccolatosa.  
Io l’ho modificata in questa versione.
Dei biscottini profumatissimi per accompagnare tè o caffè…
Ah! Vi avviso … uno tira l’altro!
Buon fine settimana gente!

BISCOTTINI d’ORZO alla VANIGLIA e CRANBERRY
Ingredienti:
225 g burro biologico
125 g zucchero a velo
30 g tuorli
270 g farina di orzo biologica
½ cucchiaino di polvere di vaniglia biologica (o i semini di mezza bacca)
70 g di cranberry (Ventura)
Per finire
70 g di zucchero semolato
Impastate, con la planetaria e la ‘foglia’, il burro morbido (tenuto almeno un’ora prima a temperatura ambiente) con lo zucchero, poi aggiungete i tuorli, e successivamente la farina e la vaniglia.
Unite per ultimi i cranberry e lavorate bene fino ad ottenere un impasto sodo.
Fate riposare e raffreddare in frigorifero per un’oretta (io velocemente con l’abbattitore). Trascorso il tempo prendete l’impasto e formate due filoncini del diametro di ca 5 cm, raffreddateli nuovamente in frigorifero per circa 1 ora (io una decina di minuti in abbattitore).
Con un coltello liscio tagliate dei dischetti alti ca 2 cm, quindi passateli nello zucchero semolato e disponeteli su una teglia coperta di carta forno e cucinate a 180° per circa 15 minuti.
Proud to be Bloggallina! 
È stagione di/ Eventi/ Primi piatti/ Salato

RICCIOLI GRATINATI alla ZUCCA, SCAMORZA, BACON e ANACARDI #VENTURA…per #TOPBLOGGER2014


 
La voglia di cucinare la zucca in millemila modi si è impossessata di me.
Ve lo avevo detto anche qui… e devo dire che ho anche iniziato presto, ché faceva ancora caldo quando ho preso la prima….zucca intendo.

Ma tant’è! 
Vista in fattoria e portata subito a casa!

Come si fa a resistere ai prodotti biologici e Km0?
Che io ami molto la frutta secca non è un segreto…
La utilizzo tantissimo in cucina, il blog è pienozeppo di ricette dolci e salate…
Quindi avere a disposizione dei prodotti Ventura, azienda leader nel settore della frutta secca, per me è stato un enorme piacere!
Ma la cosa non finisce qui…eh no!

A fine Novembre parteciperò, insieme ad altre blogger, all’evento Top Blogger 2014, che si svolgerà nella meravigliosa cornice del CastaDiva Resort & SPA sul Lago di Como.

Saremo ospiti di questa struttura da sogno, e non bastasse, avremo l’onore di partecipare ad una lezione di cucina con il Maestro Luca Montersino!

Altri dettagli? Naaaaaaa…..
Tocca aspettare fine Novembre…
 
Poi torno a raccontarvi tutto eh! ^_^

RICCIOLI GRATINATI alla ZUCCA, SCAMORZA, BACON e ANACARDI
Ingredienti (per 4 persone)
350 g riccioli di grano duro trafilati al bronzo
300 g zucca
½ cipolla dorata
100 di scamorza
100 g pancetta stufata (tipo bacon) tagliata sottile
Brodo vegetale qb (carota, sedano, cipolla)
Olio EVO qb
Sale integrale qb
Pepe nero qb
Salvia fresca qb
3 cucchiai di Grana Padano
Burro biologico qb
  tegamino Pentole Agnelli
Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere con poco olio EVO in una padella capiente.
Appena sarà ben cotta, unite anche la zucca tagliata a dadini, poco brodo vegetale, salate e lasciate cucinare a fuoco dolce.
Passate il bacon in una padella antiaderente ben calda, cucinate ogni fetta da entrambi i lati fino a che diventerà leggermente croccante, quindi tenete da parte.
Tritate insieme gli anacardi, la salvia ed il Grana Padano.
Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata.
Scolatela bene al dente e spadellatela velocemente nella padella con la zucca, ormai morbida.
Unite la scamorza a dadini, il pepe ed il bacon (tenete da parte alcune fette per decorare ciascun piatto).
Versate in una pirofila, cospargete con il trito di anacardi, salvia fresca e Grana Padano,  qualche fiocchetto di burro e fate gratinare in forno ben caldo (180°)modalità grill, per una decina di minuti.
Finite ogni piatto decorando con una fettina di bacon croccante. 
Frutta secca Ventura

Prossimamente altre ricette con i prodotti Ventura La mia frutta secca.

 Stay tuned!
CONSIGLIA Crostata salata di carote