Gelato al panettone e ricotta, senza gelatiera.

DSC_0165_gelato_al_panettone_1

 

Ebbene si.

Altra ricetta con recupero del panettone.

Che ci volete fare? Quest’anno ne avevo parecchi ed anche molto buoni e mi è presa così ‘sta cosa delle ricette con il panettone.

Giuro che con quella di oggi finisco, anche se ne ho fatte altre che mi sono piaciute parecchio, ma le terrò in memoria per il prossimo anno!

La gelatiera è uno di quegli elettrodomestici che mi piacerebbe avere ma che nella mia cucina attuale, purtroppo, non saprei dove mettere, oltre al fatto che dal punto di vista economico avrebbero priorità d’acquisto altre cose.

In ogni caso una volta scoperto che potevo preparare il gelato in modo furbetto anche senza la gelatiera, e che oltre tutto è più buono e sano della maggior parte dei gelati che si trovano in commercio, dentro ai quali non so cosa ci mettono dentro, mi sono dilettata a provare e sperimentare gusti diversi.

Tanto panettone a casa, buono peraltro, insomma qualche fetta è finita anche in questo gelato che, giovedì scorso, divanata durante la puntata di Masterchef, tra un tweet e l’altro, mi stavo comodamente gustando.

Vi lascio alla ricettina del gelato al panettone e ricotta!

 

 

DSC_0156_gelato_al_panettone

 

5.0 from 1 reviews
Gelato al panettone e ricotta, senza gelatiera.
Autore: 
 
Ingredienti
Dose per 6 persone
  • 350 g latte condensato
  • 400 g panna fresca
  • 100 g ricotta morbida (io di bufala)
  • 2 tuorli (uova biologiche)
  • 2 cucchiai zucchero
  • 50 g acqua
  • ½ cucchiaino polvere di vaniglia (o i semini di ½ bacca)
  • 3 cucchiai rum (più altro per ammorbidire i mirtilli)
  • 1 manciata di mirtilli secchi
  • 1 fetta di panettone con canditi e uvetta
Preparazione
  1. Montate la panna molto soda e tenete da parte.
  2. Mettete i mirtilli in una ciotolina con poco rum e lasciate che si ammorbidiscano.
  3. Preparate la base semifreddo montando i tuorli nel bicchierone della planetaria (o con le fruste elettriche), portate a 121° l'acqua con lo zucchero e versate questo sciroppo sui tuorli, a filo, continuando a montare alla massima velocità, fino a completo raffreddamento.
  4. In un altro recipiente lavorate il latte condensato con la ricotta, il rum e la vaniglia, unite alla base semifreddo di tuorli e zucchero, mescolate bene con una spatola.
  5. Unite anche la panna montata, incorporandola delicatamente, mescolando dall'alto verso il basso per non smontare il composto.
  6. Aggiungete infine il panettone sbriciolato e i mirtilli ben strizzati.
  7. Versate in uno stampo idoneo al freezer, riponete nel congelatore ed estraete ogni 20 minuti per mescolare bene. Ripetete questa operazione almento 4-5 volte, questo per ottenere un prodotto morbido e cremoso.
  8. Fate riposare almeno 8 ore in freezer prima di consumarlo.
Io ho utilizzato l'abbattitore di temperatura, ho utilizzato la funzione 'surgelazione rapida', estraendo ogni 10 minuti la vaschetta e mescolando il gelato per qualche minuto con una spatola. Potete tranquillamente fare la stessa cosa inserendo il gelato in freezer allungando ovviamente i tempi di raffreddamento a 20-30 minuti.
Questo gelato comunque non diventa mai troppo duro. Tiratelo fuori dal freezer poco prima di servirlo.
E’ perfetto anche per i bambini, il liquore non si sente affatto, serve soltanto a non farlo ghiacciare. Io ho utilizzato il rum bourbon e si percepisce solo l’aroma della vaniglia.
 

 

DSC_0152_gelato_al_panettone

 

DSC_0163_gelato_al_panettone

 

 

Giuro che la prossima volta torno con qualcosa di salato!

Buona settimana gente!

 

roby-antracite-300x75

 

12 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

: