Colazione e merenda/ Dolce/ Dolci da credenza e crostate/ Torte

Torta di grano saraceno, mela e more

 

Non passo con dolci cuoriciosi, biscottini, cupackes a tema S. Valentino.

Eh, non c’ho tempo. Che vi devo dire?

Se vi accontentate però, sono riuscita a fotografare al volo questa torta.

Semplice, rustica grazie al grano saraceno, dolce e profumata grazie a mela, more e fava tonka.

La classica torta che va bene a colazione, pranzo, merenda e cena. Ha sempre un suo perchè.

Ma quanto bello è vedere lo sciroppo che cola da tutti i lati?

Andiamo alla ricetta và!

DSC_0155_torta_grano_saraceno_mele_more

 

TORTA DI GRANO SARACENO, MELA E MORE

 

Ingredienti

Dose per uno stampo da 20 cm

120 g farina macinata a Pietra tipo 1

80 g farina di grano saraceno

80 g burro biologico

150 g zucchero semolato

4 uova biologiche medie

2 cucchiaini di cremor tartaro

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1 presa di sale

2 cucchiai di yogurt naturale

fava tonka (una abbondante grattugiata)

300 g more

1 mela

due cucchiai di rum

3 cucchiai zucchero semolato

Preparazione

Nel bicchiere della planetaria, con la frusta K, montate il burro morbido a crema con 50 g di zucchero ed il sale.

Separate i tuorli dagli albumi e aggiungeteli insieme allo yogurt.

Unite anche le farine setacciate insieme al cremor tartaro e al bicarbonato, mescolate bene.

Montate gli albumi a neve insieme a 60 g di zucchero; uniteli delicatemente all’impasto con movimenti dal basso verso l’alto.

Sbucciate la mela e riducetela a fettine sottili, versatela nell’impasto insieme a metà delle more ed una generosa grattugiata di fava tonka.

Mescolate con una spatola e versate in una tortiera (cm 20) rivestita di carta forno.

Cuocete nella parte bassa del forno (preriscaldato) a180° per circa 45-50 minuti.

Fate la prova stecchino al centro per verificare che il dolce sia cotto.

Sfornate e fate raffreddare.

Mettete poca acqua, il restante zucchero, il rum e le more in una piccola padella antiaderente. Cuocete a fiamma vivace per pochi minuti, spegnete a fate raffreddare.

Versate le more e lo sciroppo sopra al dolce.

 

NOTA:

Accompagnare la fetta di torta con una pallina di gelato alla vaniglia o fiordilatte ha un suo perché.

 

DSC_0198_ingredienti_mele_more

 

IMAG9236_ingredienti_more_fava_tonka

DSC_0153_torta_grano_saraceno_mele_more

DSC_0169_torta_grano_saraceno_mele_more_fetta

Buon fine settimana gente!

roby-antracite-300x75

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Chiara
    12 febbraio 2016 at 13:33

    Lo sciroppo che cola rende la torta davvero invitantissima, così come il mix di mele e more! Mi incuriosisce molto anche la fava tonka…e poi diciamocelo, non è che per san Valentino dev’essere tutto cuoricioso per forza, è bello anche un dolce rustico, ma fatto con amore!
    buon weekend roby, baciotti

    • Reply
      Roberta Morasco
      12 febbraio 2016 at 14:10

      E’ vero Chiara!!! :))
      La fava tonka a me piace tanto, è un misto tra mandorla e vaniglia 😉
      Bacio e buon fine settimana!!

  • Reply
    Monica
    12 febbraio 2016 at 14:28

    Amo le torte con frutta di bosco e grano saraceno e questa è deliziosa!
    Bella l’idea della ‘doppia frutta’ interna e l’imbriagatura da rum esterna…si si, morbida e profumata, proprio come piace a me, senza fronzoli o cuori smielosi 😀

    • Reply
      Roberta Morasco
      12 febbraio 2016 at 18:34

      Si pure a me la doppia frutta dentro e fuori piace tanto…poi la colata di sciroppo ‘rummoso’ ci stava proprio bene! ^_^
      Bacio grande amica, questa domenica non riusciamo ma una sciata una delle prossime veniamo a farcela!! :))

  • Reply
    irene
    13 febbraio 2016 at 11:34

    golosissima!!!!

    • Reply
      Roberta Morasco
      13 febbraio 2016 at 15:03

      ^_^ grazie Irene!

  • Reply
    Marta e Mimma
    15 febbraio 2016 at 22:03

    la farina di grano saraceno ci conquista sempre! un bacione Robi!

  • Reply
    Su
    17 febbraio 2016 at 16:42

    stupenda!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Tartellette con confettura di latte e miele