Travel

Un assaggio di Conero. Sirolo e Numana.

Ma da quanto tempo mi ripetevo “Dobbiamo fare un giretto nel Conero!“.

Un sacco di tempo, davvero. Troppo.

A fine giugno, finalmente, una settimana di vacanza tutti insieme, quale occasione migliore per farci una capatina?

I giorni a disposizione per godere di questo splendido pezzo di Italia non sono stati molti, come vi avevo raccontato, abbiamo trascorso la settimana tra Marche ed Emilia Romagna.

Potendo fermarci soltanto pochi giorni, abbiamo dato priorità al mare, anzi, abbiamo fatto quasi soltanto mare.

Ci è dispiaciuto perché nell’entroterra ci sono tantissime cose da visitare e comunque tante altre spiagge da esplorare.

Ma è chiaro che questo è stato soltanto un assaggio di Conero per noi.

Quello che abbiamo visto ci è piaciuto tantissimo e ci torneremo sicuramente molto presto!

Intanto, vi racconto i nostri giorni tra queste due belle località sulla costa marchigiana, Numana e Sirolo.

 

 

La nostra base è stata un resort a Numana, in zona Marcelli (Adamo ed Eva Resort, trovato tramite Booking.com).

Un piccolo appartamento confortevole, nuovo, con una bella terrazza spaziosa, all’interno di un resort con piscine, bar, market e animazione (devo dire molto discreta, noi non ce ne siamo proprio accorti, anche se è vero che siamo stati praticamente sempre ‘in giro’ godendo della piscina soltanto al rientro dal mare per un tuffetto pre-cena).

Una soluzione che alla fine si è rivelata comoda, senza vincoli di orari da seguire, e con la sola colazione da preparare la mattina (ma con i cornetti del bar del resort che portava il marito dopo la corsetta mattutina!).

Per pranzo focacce, panini e frutta acquistati nei negozietti del centro o, qualora attrezzate, prendevamo direttamente qualcosa al bar della spiaggia, mentre la sera ci siamo dilettati a provare ristoranti diversi.

Devo dire che anche nel caso manchi la voglia di muovere la macchina ogni giorno, la spiaggia a 100 metri dal resort è molto piacevole.

Tanti gli stabilimenti balneari lungo il litorale tra Numana Bassa e Marcelli. Acqua limpida, sassolini, bar e ristorantini dove fare pausa dal sole.

Se invece amate girare ed esplorare come noi c’è solo da sbizzarrirsi.

Alcune spiagge richiedono una passeggiata e un po’ di buona volontà (ad esempio la Spiaggia del Trave e quella selvaggia di Mezzavalle vicino a Portonovo, raggiungibili a piedi attraverso un sentiero un po’ ripido o via mare), altre invece sono davvero a prova di bambini (e adulti) pigroni.

 

 

A Sirolo ad esempio ci sono diverse spiagge, ognuna diversa per soddisfare ogni tipo di viaggiatore.

Da quello che desidera la caletta isolata raggiungibile remando, fino a quella adattissima anche alle famiglie con bimbi piccoli al seguito.

Sassi Neri ad esempio, va bene per tutti, lasciata l’auto a Sirolo, si raggiunge con una comoda navetta. Una brevissima passeggiata immersi nella pineta, la scalinata finale e arrivate in paradiso!

Sembra incredibile, ma a poche ore di viaggio dal Veneto, il mare è davvero splendido e trasparente!

 

 

Non fatevi ingannare dal nome.

I sassi di questa spiaggia non sono affatto neri, sono invece bianchissimi (neri sembra siano gli scogli sul fondale).

 

 

Altra spiaggia molto bella, probabilmente la più famosa, è quella delle Due Sorelle. Questa spiaggia però è raggiungibile soltanto via mare, con un servizio di imbarcazioni (i Traghettatori del Conero) che parte la mattina presto prelevando i passeggeri da diversi punti di Numana bassa e dal porto.

Noi abbiamo rinunciato a questa escursione perché avremmo potuto restare soltanto un’ora e mezza sulla spiaggia, il rientro è infatti previsto per mezzogiorno.

La sola mezza giornata impegnata unitamente alla spesa di 40 € a persona ci ha fatto preferire il dedicare un’intera giornata in una delle altre spiagge vicine, rilassandoci.

Sicuramente quando torneremo (perché torneremo!), e con più giorni a disposizione, faremo un giretto anche qui!

Spostarsi alla ricerca di nuove spiagge poi ha davvero un suo perché.

Il paesaggio è talmente bello da togliere il fiato. Io mi sarei fermata ore a fotografare questi campi di girasoli.

Il contrasto con i colori delle colline, il silenzio tutto attorno.

Bellissimo.

 

 

Sirolo è un paesino delizioso, stradine e vicoletti suggestivi, locali e piccoli negozi molto curati e belli, davvero un piacere passeggiare in questo grazioso borgo a picco sul mare.

In epoca medievale il borgo sorse attorno al Castello, di cui oggi rimane soltanto la torre, trasformata in seguito nel campanile della Chiesa di San Nicola da Bari.

Dopo la passeggiata nei vicoli medievali è d’obbligo una sosta in Piazza per godere della vista mozzafiato sul Conero, un vero e proprio balcone sull’azzurro dell’Adriatico.

Nel centro di Sirolo sono tantissimi gli affittacamere B&B, molti di questi con camere che affacciano direttamente sul mare.

 

 

La sera avrete l’imbarazzo della scelta per cenare all’aperto, per sedervi a bere un drink o mangiare un gelato ascoltando musica.

Tappa ‘cibo’ consigliata, la Trattoria Osteria da Sara, una vera osteria in pieno centro, ottimi piatti locali e buon pesce.

 

 

Numana è una città antichissima, vede le sue origini all’epoca dei Piceni, nel VI e V secolo a. C. (all’Antiquarium Statale sono conservati i reperti ritrovati nelle vicine necropoli , tra cui il Carro della Regina Picena, ritrovamento archeologico portato alla luce dalla tomba di una principessa picena).

Da Numana Bassa a Numana Alta si arriva a piedi facendo una piacevole passeggiata.

La scalinata che porta al centro si chiama Costarella, probabilmente uno dei vicoli più antichi della città, chiamata anticamente Via della Marina.

Attraversa il centro di un rione che in passato era popolato per lo più da pescatori che, attraverso questo vicolo, raggiungevano Numana Bassa per prendere il mare.

In origine era ripidissima e in terra battuta, oggi è una scalinata in porfido costeggiata da case in pietra, con decine di vasi fioriti a colorarla.

 

 

La Torre o Arco della Torre (perché in realtà ciò che rimane è soltanto un arco), un tempo faceva parte di un punto di avvistamento romanico, andato distrutto nel tempo.

È l’unico resto medievale della città, che sovrasta il bellissimo panorama.

La vista da quassù è incantevole, da un lato il porto e dall’altra le belle spiagge di Numana Alta, la Spiaggiola, la Spiaggia dei Frati e Spiaggia Urbani.


 

Non ci siamo fatti mancare delle deliziose cenette, e uno dei posti che ci è maggiormente piaciuto è il ‘Ristorante Il Cucale’, a Numana Bassa.

La vista dal tavolo è questa qui sotto.

Una serata con temporalone poco prima di cena e un tramonto meraviglioso dopo.

Una cena ottima. Pesce freschissimo. Davanti a noi questa meraviglia, cosa volere di più?

Per una buona pizza (ma anche per ottimi primi e piatti di pesce!) il ‘Sottovento’, al buon cibo poi si aggiungono la cortesia e simpatia del personale, se avete bambini che faticano a stare fermi a tavola, c’è anche spazio e un bel giardino dove possono distrarsi un po’.

 

 

INFO:

Numana è la città delle tartarughe, è stata scelta dall’Associazione Cetacea Nazionale come luogo ideale per la riabilitazione in acqua degli esemplari Caretta Caretta prima di venire liberati in mare.

MAGGIORI INFO SU: http://www.turismonumana.it/it

 

Per visitare ed esplorare il Conero, tutte le spiagge e i suoi meravigliosi dintorni con la dovuta calma e attenzione, non sarebbe male prevedere almeno una decina di giorni di vacanza.

Tante le località e i borghi storici ancora da visitare, le spiagge da vedere, le escursioni e i ristorantini da provare.

Basti pensare alla vicina Ancona, a Recanati luogo di nascita di Leopardi, Portonovo, la medievale Offagna, le città sotterranee di Osimo e Camerano, le grotte di Frasassi.

Noi sulla strada per la riviera romagnola ci siamo fermati a Loreto.

La giornata non era delle migliori, molto umida e grigia, quelle giornate in cui fare foto al paesaggio davvero non rende, ma la visita alla ‘chiesa fortezza’ di Loreto, la Basilica della Santa Casa (meravigliosi gli affreschi e i complessi scultorei rinascimentali che custodisce) e la vista a 360° dai suoi camminamenti di ronda valeva comunque nel modo più assoluto una tappa.

 

 

 

Ciao ‘sassolini’ del Conero,

speriamo di rivederci presto!

 

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Selene
    14 agosto 2017 at 15:23

    Posti stupendi racconto davvero bello ^-^ sono stata anche alle spiaggia delle due sorelle una meraviglia! Roby ci devi assolutamente tornare noi ci andiamo la settimana prossima se volete raggiungerci ;))

    • Reply
      Roberta Morasco
      16 agosto 2017 at 14:30

      Ciao!! E me lo immagino ma i giorni erano pochi, chiaro che ci torneremo perché ce ne siamo tutti innamorati! Prossima settimana noi siamo in Slovenia! Buona vacanza allora! 😀

  • Reply
    Letizia
    15 agosto 2017 at 8:21

    Letto tutto d’un fiato perché fra qualche giorno andremo a Sirolo anche noi!
    Grazie Roberta, un articolo preziosissimo 😊

    • Reply
      Roberta Morasco
      16 agosto 2017 at 14:31

      Che bello, un po’ vi invidio!! Buona vacanza!!

  • Reply
    Luisa
    15 agosto 2017 at 18:27

    Posti meravigliosi bellissime foto grazie,spero di andare presto a Sirolo e Numana,ciao Luisa

    • Reply
      Roberta Morasco
      16 agosto 2017 at 14:32

      Luisa devi davvero farlo, io ci tornerò di sicuro, mi è piaciuto tutto moltissimo! 😀

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais