Primi piatti/ Salato

Calamarata

 

Lo so, lo so che la stagione chiederebbe altro, cavoli, radicchio, zucca…ma è andata così!

Complice il sole che ha fatto ritorno da queste parti (dopo giorni e giorni di pioggia e nebbia), dei pomodorini gustosissimi (ormai gli ultimi della stagione), una confezione di ottima pasta che attendeva di essere utilizzata e dei bei calamari, ed eccola qui!

Servita una meravigliosa Calamarata in quel di ottobre!

Pochissimi ingredienti per un primo piatto di semplice esecuzione, di grande effetto e soprattutto, davvero buono.

Il segreto?

Secondo me usare sempre ingredienti di buona qualità, meglio risparmiare su altro, non sul cibo.

Sono dell’idea che è preferibile avere un paio di scarpe in meno ma cose buone nella pancia, e la salute ringrazia! Siete d’accordo?

Che dite, andiamo a vedere la ricettina?

 

 

CALAMARATA

Ingredienti (per 4 persone)

400 g pasta tipo calamarata (di buona qualità)

600 g calamari piccoli ( o se preferite anelli già pronti)

1 spicchio d’aglio

400 g pomodorini (io datterino)

qb concentrato di pomodoro

1 bicchiere di vino bianco secco

qb olio extravergine oliva

qb peperoncino

qb sale

qb prezzemolo fresco

Preparazione

Per prima cosa preparate i calamari, staccate la testa, eliminate le interiora e le cartilagini, tagliateli ad anelli non troppo sottili e tritate i tentacoli.

Fate soffriggere l’aglio privato dell’anima e tritato (o intero se preferite solo aromatizzare e poi toglierlo) con qualche cucchiaio di olio extra vergine di oliva in una padella capiente. Unite il peperoncino e i calamari, sfumate con il vino e fate evaporare.

Unite anche i pomodorini che avrete lavato e tagliato a spicchi,  poco concentrato di pomodoro e continuate la cottura per una decina di minuti, quindi spegnete e tenete da parte.

Lessate la pasta in abbondante acqua salata, tenete da parte poca acqua di cottura e scolate alcuni minuti prima che la cottura sia ultimata.

Versate nella padella con il sugo di calamari, unite prezzemolo fresco tritato e saltate un paio di minuti per finire di cuocere, aggiungendo al bisogno poca acqua di cottura.

 

 

Ciao, a presto!

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Torta di mais